Il ricordo di REMY con gratitudine.

Carissimo REMY, davi felicità infinita alla nostra famiglia durante la tua vita(dal 14 dicembre 1996 al 27 ottobre 2009).


“Buon giorno, Remy! Anche oggi fa bel tempo, è vero?” È l'abitudine piacevolle parlare così mentre cambio l'acqua ai fiori e ripulisco l'altare nella stanza di Kazuho.

Nei giorni precedenti la morte di Remy, alla mattina ogni volta quando mi svegliavo, ero in ansia. Se non respirasse…

Ma Remy ha scelto il miglior giorno in cui salire in paradiso. È stato il giorno prima della partenza del tour dell'orchestra a Nagaoka, per cui e stato possibile partecipare alle prove della mattina.

Ho accompagniato Remy dal medico perché non ha potuto mangiare niente. Sono tornato a casa, affidandolo alle cure dell’ospedale. Ma immediatamente dopo mi hanno telefonato e sono ritornato all’ospedale subito. Remy si approssimava alla morte silenziosamente. “Non faccia più niente, per favore. Vorrei farlo morire tranquillamente…” ho detto cosi e ho stretto la mano di Remy. È stata una morte serena, sembrava che dormisse.

Il giorno successivo dopo aver prenotato la cremazione, sono partito per il viaggio. Sono arrivato a Nagaoka con il Shinkansen e andato alla sala dei concerti con l’autobus. Vedendo il panorama dalla finesta, mi sono ricordato che ci ero venuto anche l’anno scorso con Remy e Vivo con la mia macchina. Una mia collega ha detto, “Questa volta non vengono i tuoi cani insieme?” “No, perché Remy è…” “Mi dispiace, perché non l'ho saputo!” Sono stato triste ma felice perché ho capito il suo sentimento.


Quando sono tornato dal viaggio, le reliquie di Remy erano tornate nella mia stanza.

Kazuho è tornato per le vacanze di natale ed era assorto in meditazioni davanti le reliquie e foto di Remy nella mia stanza. Ha trascorso le vacanze estive con Remy ammalato. Ho pensato che stesse parlando con Remy che è partito in Paradiso mentre Kazuho restava a Nagoya.

Prima di tornare a casa a Nagoya ha installato laltare nella sua stanza.

Quando Remy è venuto da noi, Kazuho aveva sette anni. Remy è cucciolo ma già abbastanza grande! Hanno fatto amicizia a vicenda subito.

Sola la prima sera Remy ha pianto. Sei triste, lo so. Perché sei venuto da solo senza mamma. Ma anchio tamo come tua mamma e spero che ti senta felice con noi.

Mia madre ha preparato una borsa dell’acqua calda. Appoggiandosi a quella, Remy ha dormito. D'allora in poi Remy non ha pianto mai e mi ha riconosciuto come suo papa.

Remy è cresciuto presto. La sua faccia è già più lunga che da cucciolo. Kazuho lha dipinto; "Mio fratello Remy"

continua
MY FAMILY &
PHILHARMONIEKAMMERENSEMBLE